Excite

8 utilizzi della cenere

Chi ha in casa un camino o una stufa a legna possiede un vero tesoro. E non solo per il calore che regala e per quell'atmosfera che soltanto lo scoppiettìo del fuoco sa ricreare, ma anche perché ha a disposizione una materia prima con cui creare prodotti diversi. Stiamo parlando della cenere. L'avreste mai detto che può trasformarsi in fertilizzante per il terreno o in sapone per i panni? Basta lavolarla e mescolarla agli ingredienti giusti. Da domani, allora, pensateci due volte prima di buttarla via e accendere di nuovo il fuoco.
    Instagram @veronique_to

SAPONE

Realizzare il sapone dalla cenere ha diversi vantaggi. Innanzitutto ne giova l'ambiente, dal momento che non c'è sintesi chimica, trasporto e spreco nel confezionamento. Secondariamente ne giova anche la nostra pelle perché, trattandosi di un prodotto assolutamente naturale, è anche ipoallergenico al 100% a differenza di tanti detersivi che troviamo in commercio. L'essenziale è procedere nella lavorazione con cenere rimasta nei camini, nelle stufe, ance quelle a pallet, purché si tratti di trucioli non trattati con sostanze chimiche. Come fare? Unire una porzione di cenere e 5 di acqua (ad esempio, 1 kg di cenere e 5 litri d'acqua) in un contenitore che non sia in alluminio. Fare bollire il composto per due ore a fuoco lento mescolando di tanto in tanto. La sostanza ottenuta si chiama lasciva e può essere usata anche da sola come detergente (attenzione, però, perché è molto aggressiva. Vietato usarlo su legno marmo). Filtrare la lasciva con un panno teso che trattenga le impurità e aggiungere l'olio extra-vergine di oliva (750 ml per 1 kg di cenere). Versare in una pentola e lasciare bollire a fuoco lento per altre due ore finché non si forma uno strato bianco e cremoso. Una volta divenuto denso, il sapone dovrà essere sciacquato velocemente con acqua e sale in modo da portare il ph il più vicino possibile al 7.

    Facebook

ACCIAIO INOX E ARGENTERIA

La cenere, mescolata agli ingredienti giusti, è un ottimo detergente dalle proprietà brillantanti. Per le pentole e la lucidatura di tutte le superfici in acciaio inox, unite tre cucchiai di cenere precedentemente setacciata (sarà sufficiente un semplice colino) a dell'acqua tiepida fino ad ottenere un composto cremoso da distribuire su una spugnetta. Per la pulizia dell'argento, invece che all'acqua, unite la cenere al succo di limone fino ad ottenere un composto omogeneo.
    Facebook

FERTILIZZANTE

A meno che non abbiate deciso di coltivare piante che necessitano di un suolo acido (come rose, azalee e patate dolci), la cenere è un ottimo alleato. Spargere sul terreno piccole quantità di cenere, infatti, aiuterà a bilanciare il ph di un terreno eccessivamente acido. Ma è anche amica delle aiuole, in ogni periodo dell'anno. Essa, infatti, contiene non solo calcio ma anche il fosforo deputato alla colorazione dei fiori e al sapore dei frutti insieme al potassio, oltre a magnesio, ferro e rame utili alla salute dei vegetali.
    Facebook

LUMACHE E PARASSITI

Molti agricoltori ricorrono alla cenere per allontanare dall'orto le lumache perché non raggiungano gli ortaggi rovinandoli. Basterà cospargere i bordi delle aiuole: la cenere creerà una vera e propria barriera efficace ma non velenosa per gli altri animali domestici. Negli allevamenti,poi, si lotta anche contro acari e parassiti. Aggiungete della cenere alle lettiere e ai box di nidificazione di uccelli e pollame.
    Facebook

ANTI GHIACCIO E COLORE

In sostituzione del sale, la cenere è ottima per facilitare lo scioglimento del ghiaccio. Se sapete che è in arrivo un'ondata di gelo, cospargete il vialetto o il cortile di casa nelle zone più critiche: la macchina ringrazierà. Non solo contro il ghiaccio, la cenere è potente anche contro gli aloni di colore che si creano sulle lavagne plastificate. Basterà distribuirla in piccole dosi sui segni rimasti in superficie per eliminare anche le tracce dei pennarelli indelebili.
    Instagram @zolushka

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020