Excite

Cancelli automatici, cosa dice la normativa

Realizzare cancelli automatici a norma di legge vuol dire innanzitutto informarsi sulla più recente normativa, capire bene cosa è il decreto ministeriale del 2008, chiedere che sia applicato dal vostro installatore. La legge che prima ‘normava’ i cancelli automatici era la 46/90, nella quale però non si precisava l’effettiva applicazione alle automazioni dei serramenti: questo ha portato a una ‘gestione allegra’ di questa norma che così è andata sempre più svilendosi di contenuto e, soprattutto, di vera applicazione.

I cancelli automatici, invece, se non realizzati secondo norma di legge, possono essere molto pericolosi. Si è calcolato, infatti, che le vittime di cancelli motorizzati in Italia siano più di centomila: non pochi, quindi, segno della pericolosità di queste strutture. Così la nuova norma del 2008 ha previsto l’obbligo di certificare i cancelli, in modo da dare uno standard di qualità da seguire. In particolare è stato normalizzato l’aspetto delle fotocellule: esse devono seguire non solo la dinamica di automazione ma devono essere soggette a limitazione delle forze, sia in senso statico che dinamico. In realtà non tutti i cancelli automatici sono installati per seguire questo principio, non avendo i bordi sensibili.

Inoltre, i cancelli automatici devono essere seguiti nel tempo: la ditta che non vi fornirà assistenza e manutenzione nel tempo, risulterà corresponsabile nel caso di danni a persone o cose. Alla fine dei lavori chiedete sempre la certificazione di qualità relativa al decreto del 2008. Non date per scontato che la seguono: assieme alla maggior parte di ditte oneste, ci sono anche molte ditte che, invece, fanno finta di niente e vi installano un’automazione non certificata e , quindi, pericolosa.

foto © img.archiexpo.it

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017