Excite

Come addobbare la casa per Halloween con il fai da te

La vera origine della festa di Halloween è piuttosto incerta, anche perché’ in si perde nella notte dei tempi. Originariamente nord europea, è “emigrata” in America prendendo connotazioni tra il macabro e il grottesco e diventando man mano più popolare. Dagli Stati Uniti è di nuovo stata esportata in Europa e quindi anche in Italia, dove in molte case si usa, per la felicità dei bambini, festeggiarla attrezzando adeguatamente anche la casa. Per minimizzare la spesa, qui vedremo come addobbare la casa per Halloween con il fai da te.

Zucche, pipistrelli, fantasmi e compagnia bella

Si sa che le cose un po’ misteriose e (leggermente) inquietanti sono apprezzate dai bambini (almeno in quelli non facilmente impressionabili). Anche per questo la festa di Halloween, che si celebra in tutto il mondo il 31 ottobre, ha sempre più successo, anche in persone di età un po’ superiore a quanto normalmente si intende per “bambini”, ma si sa che quando si tratta di fare baldoria ogni causa è buona…

Per preparare feste, party o semplicemente cambiare un po’ l’immagine delle stanze della casa in occasione di questa festa, è comune acquistare gli addobbi specifici per la ricorrenza. Ma per chi si diletta nel fai da te, questa è una buona occasione per divertirsi: realizzando con le proprie mani gli addobbi, si unisce l’utile al dilettevole, infatti questo permette anche di risparmiare del denaro. Vedremo quindi ora alcuni suggerimenti su come addobbare casa per Halloween con il fai da te.

La zuccaL’elemento fondamentale che deve essere sicuramente presente in ogni addobbo di Halloween che si rispetti è la zucca, intagliata a mo’ di testa dall’aspetto un po’ horror. Per realizzarla si prende una bella zucca (di solito si usano quelle di colore arancione), si taglia la calotta superiore e la si svuota dei semi e della polpa con un cucchiaio. Poi si disegnano sulla superficie della zucca le zone che, intagliate con un affilato coltello, diventeranno i buchi che rappresenteranno gli occhi, il naso e la bocca (tipicamente aperta e a zig zag). All’interno della zucca si può mettere una piccola lampadina o un candelino basso in modo che si illumini attraverso le aperture realizzate, e, spegnendo la luce della stanza, aumenti l’effetto “terrificante”. Le zucche potranno essere di varie forme e dimensioni e saranno poste a mo’ di soprammobili nei punti “topici” della casa.

I fantasmiCon del cartoncino colorato si possono disegnare le sagome dei fantasmini, sui quali si disegneranno gli occhietti e la bocca un po’ aperta, tra lo stupito e lo spaventato. Le sagome da disegnare si possono trovare in rete, ad esempio al sito filastrocche.it. Con dello scotch biadesivo si potranno attaccare i fantasmini sui vetri, sui mobili e sul muro.Con dei fazzoletti bianchi o con pezzi quadrati di tela bianca da circa 20 cm di lato, i fantasmini possono essere realizzati in maniera tridimensionale. Una piccola pallina messa al centro del quadrato di tela formerà la testa. Con un elastico attorno al "collo" del fantasmino si fisserà questa parte e con un pennarello si disegnerà la faccina. La stoffa, cascando, formerà lo strascico. Per tenerlo in piedi, si potrà usare una bottiglietta di plastica da mettere sotto al “vestitino” del fantasma.

I pipistrelliPer realizzare questi “simpatici” animaletti occorre del cartoncino nero. Con un pastello bianco si disegnano le sagome. Quindi, con le forbici, si taglieranno accuratamente. Questi pipistrelli potranno essere anch’essi attaccati con scotch biadesivo oppure, facendo un buchino al centro e facendovi passare un filo sottile fissato nella parte inferiore con scotch, appenderli ai lampadari della stanza.

Il posizionamento dei gadget

Fino ad ora, più che come addobbare la casa per Halloween con il fai da te, abbiamo dato suggerimenti per la preparazione degli oggetti e dei personaggi caratteristici della festa. La parte che richiede un po’ di gusto e sapienza sta nel loro posizionamento, che naturalmente dipende soprattutto da come è fatta la casa. Conviene non sparpagliare a caso i vari elementi, ma raggrupparli, magari per tipo, in posizioni ben visibili, in modo che facciano delle divertenti (o inquietanti) macchie di colore. L’illuminazione (tipicamente un po’ fioca) e concentrata sugli elementi che si vogliono far risaltare tramite dei faretti appositamente direzionati aumenteranno l’effetto suggestivamente inquietante. Completeranno l’insieme tovaglie di colori sgargianti come il rosso, l’arancione o il verde scuro poste sui tavoli dove, assieme all’immancabile zucca illuminata, potranno trovare posto caramelle e altri dolcetti, indispensabili in questo caso per evitare gli “scherzetti”.

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017