Excite

Come montare uno scaldabagno elettrico nuovo

Lo scaldabagno è forse l'elettrodomestico più diffuso. Svolge infatti una funzione essenziale: riscalda l'acqua per tutti gli usi domestici. La sua installazione non richiede competenze particolari, quindi, vediamo come montare uno scaldabagno elettrico senza ricorrere all'intervento dell'idraulico. Si eviterà una ulteriore spesa e, a lavoro finito, la soddisfazione sarà grande.

Istruzioni per il montaggio

Prima o poi capita a tutti di trovarsi a risolvere un problema domestico: lo scaldabagno non funziona più bene perché si rompe la resistenza per l'eccessiva quantità di calcare o perché la ruggine che si crea nella parte interna danneggia il recipiente che si buca, determinando una lieve perdita di acqua. E' necessario quindi sostituire l'elettrodomestico, ma come montare uno scaldabagno elettrico?

La prima cosa da fare è rimuovere lo scaldabagno da sostituire: si chiude la chiave d'arresto dell'acqua e si stacca la corrente elettrica, si rimuove la calotta posta sotto lo scaldabagno e si provvede a staccare i fili collegati. Servendosi di una chiave stringitubo, si svitano i flessibili e si svuota lo scaldabagno dell'acqua contenuta nel suo interno. A questo punto non resta che sganciare il vecchio scaldabagno dalla staffa che lo sorregge.

Si passa alla seconda parte del lavoro: si solleva il nuovo elettrodomestico e si aggancia alla staffa già predisposta nel muro. Si fissa un filo di teflon intorno alla filettatura dei tubi per prevenire eventuali perdite d'acqua e infine si avvitano i flessibili acquistati nuovi. Si rimuove la calotta posta sotto lo scaldabagno e, servendosi di un cacciavite, si collegano i fili, fase e neutro, sul termostato posta sotto la resistenza. Il filo di terra invece, si collega nell'apposito morsetto posto sulla caldaia all'interno dello scaldabagno. Prima di riposizionare la calotta bisogna ricordarsi di impostare il termostato sulla temperatura rispondente alle esigenze dell'ambiente domestico. (Solitamente il temostato si imposta su una temperatura di circa 50 gradi).

Riaprire la chiave d'arresto dell'acqua e un rubinetto d'acqua calda per far fuoriuscire l'aria: quando comincia a uscire acqua dal rubinetto significa che lo scaldabagno si è riempito, non resta quindi che riattaccare la corrente elettrica e il lavoro è finito.

E' sempre meglio acquistare uno scaldabagno di marca

Come montare uno scaldabagno elettrico non è il solo problema da affrontare. E' opportuno non sottovalutare l'acquisto dello scaldabagno, la scelta deve tener conto del buon rendimento energetico e del conseguente risparmio sulla bolletta. Occhio quindi alla marca dell'elettrodomestico che attesta la qualità del prodotto acquistato. Tra le più note aziende produttrici, il marchio Ariston in fatto di scaldabagni è una vera garanzia.

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017