Come realizzare un armadio a muro

Prima di passare al come realizzare un armadio a muro, bisogna decidere l'uso che si vorrà fare dell'armadio a muro: serve per mettere a squadro una stanza irregolare, oppure per creare un ripostiglio sfruttando una zona del corridoio o di una stanza che altrimenti risulterebbe sacrificata, o per rendere la camera da letto più accogliente ottenendo anche uuna cabina armadio (dove potersi spogliare)?

Come procedere a livello operativo

Una volta decisa l'ubicazione, si può passare a valutare il come realizzare un armadio a muro. I passi sono abbastanza semplici, anche se la prima parte dovrebbe essere lavorata su carta, con schizzi e bozzetti, per definire bene come organizzare l'interno. Terminata questa fase, per evitare di incontrare problemi nella fase di montaggio degli elementi interni di organizzazione degli spazi, è preferibile acquistarli e montarli, così da avere la giusta profondità necessaria.

La fase successiva invece riguarda il tipo di armadio a muro che si vuole ottenere, e ci sono almeno tre alternative differenti:

  • in carton gesso: bisogna acquistare le profilature su cui avvitare i pannelli di cartongesso, i pannelli, le viti e l'intonaco da mettere sopra per creare la finta parete. Esistono di diverse misure e nei centri di edilizia più grandi oltre all'ampia scelta il materiale non costa molto. Montare la parete è semplice: bisogna costruire la gabbia con le profilature, avvitandole al soffitto e parti, mentre per il pavimento è meglio usare la colla apposita. Bisogna saper usare la livella, perché la parete deve essere a squadro perfetta. La parte più complicata sarà la costruzione dell'intelaiatura della porta. Se non viene perfetta, l'unica alternativa per risolvere il problema sarà l'installazione di una porta a soffietto;
  • in legno con ante completamente scorrevoli: l'intera parete della cabina può essere costruita con pannelli di legno, che potranno essere comprati anche al naturale e poi colorati in un secondo momento. Per questa soluzione bisogna comprare dei listelli, dell'esatta lunghezza dell'intelaiatura da inserire nel vano (lunghezza del pavimento per altezza), spessi un paio di centimetri. Attraverso viti autofilettanti bisogna fermare tra loro i listelli a costruire la cornice, e poi bisogna fissarla al muro. Sui listelli superiore ed inferiore vanno fissati i binari (uno interno e l'altro più verso l'esterno), per il montaggio delle due ante scorrevoli. Ovviamente se la misura delle ante disponibili fosse troppo piccola rispetto al vano, bisognerà aumentare le dimensioni del listello superiore. Per rifinire il lavoro, va acquistata anche una "mantovana", che sarà costituita da una tavola di legno da mettere davanti al binario per nasconderlo. In alternativa, si può usare un finto trave (non sono di legno e sono cavi, ma la differenza, una volta montati non si nota);
  • in legno con ante a "pacchetto": si tratta di una soluzione intermedia, poiché le ante a pacchetto hanno già la predisposizione dei binari, per cui il loro montaggio non è complicato, ma bisogna essere più precisi nelle misure dei pannelli laterali. Rispetto alla soluzione precedente, una volta acquistate le ante, che andranno montate grazie a una intelaiatura ad hoc, si dovrà procedere alla costruzione delle pareti intorno, attraverso pannelli di legno tagliati su misura. Se non si vuole spendere tanto, il legno potrà essere ricoperto con della carta da parati

Conviene il fai da te?

Indipendentemente dalla soluzione scelta sul come realizzare un armadio a muro, il costo che si deve affrontare è sicuramente inferiore a quello da sostenere chiamando un artigiano. Ma la spesa dipende inevitabilmente dal tipo di materiale scelto, con il carton gesso che costituisce quella più economica, mentre per il legno il costo è fortemente variabile.

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2014