Excite

Come tenere i cassetti sempre in ordine

Quando troviamo qualcosa in giro per casa, molto spesso, finiamo per ribchiuderla in un cassetto. Perché non ha un posto deputato e allora la cosa più semplice è occultarla. Il risultato? Apriamo i tiretti e salta fuori il mondo! Dalle scartoffie all'oggettistica, dalle penne consumate a metà alle bomboniere, un micro-cosmo si è infilato nei cassetti della stanza da letto e dello studio. E adesso? Il primo passo è fare spazio all'essenziale per poi concentrarsi sulla divisione delle cose da conservare.
    Youtube

VIA IL SUPERFLUO

Innanzitutto è necessario liberarsi del superfluo. È vero che, in fondo, siamo tutti piccoli accumulatori seriali e ci piace conservare perfino l'astuccio delle scuole medie in memoria dei tempi andati. Ma in un mondo (e in una casa) che ha bisogno di spazio, non c'è davvero posto per il ciarpame. Stringi i denti, chiudi gli occhi e infila tutto in un bel sacchetto. Se si tratta di oggettini in buono stato, invece di buttarli nel cestino dell'immondizia, portali in chiesa o alle associazioni di volontariato: un pupazzino di gomma trovato nei Sofficini per noi è nulla ma per un bambino che non possiede niente può essere un bel passatempo.

DIVIDI LO SPAZIO

Guardati intorno: quanti cassetti ci sono sparsi per casa? Solitamente abbiamo quelli della scrivania, qualcuno nel soggiorno e poi quelli della stanza da letto. Innanzitutto scegli come dividere le tue cose. L'ideale è lasciare i documenti allo studio e gli effetti personali alla camera da letto. In entrambi i casi, ti saranno ulti dei separatori: porta documenti, porta penne, faldoni e quaderni di fogli trasparenti per le carte; separa biancheria e contenitori in stoffa per la biancheria.

CARTOLERIA

Per sistemare penne, matite & co., procurati degli scatolini oppure compra i separatori per cassetti ad hoc, esistono quelli pensati apposta per le penne. Assegna a ciascuna cosa un posto: graffette, scotch, evidenziatori. Non solo manterranno il cassetto in ordine ma sarà molto più semplice trovarli quando andrai in giro per casa implorando per un pennarello rosso!
    Youtube

DOCUMENTI

Non ci raccomandano altro: mai buttare lettere, bollette e avvisi vari perché un domani, per dimostrare qualsiasi verità in merito ad una bolletta pagata o non pagata, serve il riscontro scritto. Ma nel tempo si finisce con accumulare carte su carte. Innanzitutto dividi i cassetti in base a burocrazia e salute. Predisponi un faldone per ogni componente della famiglia e riempi le cartelline con i relativi documenti: avvisi e lettere legali nella burocrazie, analisi e lastre nella parte della salute. A parte le cose personali, è bene avere un cassetto dedicato alle spese della casa suddividendo, in schede diverse, le varie utenze: luce, gas, acqua, e procedere di anno in anno nel conservare i pagamenti.

BIANCHERIA

Molto spesso infiliamo tutto, indistintamente tutto, in un cassetto: "Tanto è biancheria, che male c'è". È vero, ma il risultato è un cassetto dove, ogni mattina quando ti vesti, fai fatica a riconoscere le cose e inizi a tirare a caso i calzini quando, invece, cerchi un paio di mutande. Stop. Dedica a ciascun cassetto un indumento, a meno che tu non abbia a disposizione dei cassettoni: in quel caso puoi pensare di dividerli in due. L'ideale è comprare dei separatori di biancheria, utili soprattutto per calzini e mutande. All'interno dei separatori puoi creare un ordine mentale che ti aiuterà a trovare più facilmente quello che cerchi (perché, diciamo la verità, soprattutto le donne hanno tanta di quella biancheria da fare impallidire i negozi di Intimissimi). E allora metti, ad esempio, a sinistra gli slip, al centro le brasiliane e a destra i perizoma. Dall'altra parte, poi, puoi separare i collant dalle autoreggenti e i calzini dai fantasmini.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020