Excite

FLASH NEWS: Shock nel mondo della musica, Biagio Antonacci purtroppo è…

Tegola per Biagio Antonacci: è stato accusato di evasione fiscale per 3,5 milioni di euro dalla Procura di Milano. Il viceprocuratore onorario Luciana Greco ha chiesto oggi la condanna: ecco quanto dovrà scontare, se la corte dovesse ritenere l’impianto accusatorio valido. Ben un anno e sei mesi di carcere per il cantautore, al termine di una requisitoria nella quale ha spiegato come, attraverso le tre società al centro dell'indagine – Iris, Basta edizioni musicali e Forum Vision (questa con base a Londra) – avrebbe pagato "spese personali", come il "noleggio di un gommone" e il "quadriciclo elettrico per la sua casa di Bologna”. Di che cosa lo si accusa? In particolare lo zoom si ferma sulle dichiarazioni fiscali di Antonacci tra il 2004 e il 2008, nelle quali avrebbe segnalato "elementi attivi per un ammontare inferiore a quello effettivo", interponendo nella gestione dei suoi diritti le tre società "strumentali alla trasformazione dei redditi da lavoro autonomo, soggetti ad aliquota progressiva più elevata, in redditi d'impresa, soggetti ad aliquota proporzionale più conveniente”. Le indagini hanno portato a questi risultati: le sue società avrebbero incassato, a titolo di anticipi minimi garantiti, circa 15 miliardi di lire, su cui sarebbero state versate tasse per un importo inferiore a quello che avrebbe dovuto pagare il cantautore come ‘persona fisica’. Parola alla difesa: "Questo è invece un caso chiarissimo di interposizione reale", argomenta il legale, secondo cui Iris, Basta edizioni musicali e Forum Vision, "erano società reali, che producevano reddito".Se anche dovesse essere accertata una sua evasione, ha continuato l’avvocato della difesa,Lanzi, ammonterebbe a poco più di 90 mila euro e non ai 3,5 milioni contestati dall'accusa.

CONTINUA A LEGGERE

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019