Excite

Frigorifero, il ‘tempio’ della freschezza.

Il frigorifero è l’elemento più importante delle nostre cucine: conserva il cibo, congela, e mantiene freschi anche i piatti già preparati. La prima cosa da conoscere dei frigoriferi è la classe energetica. Le classificazioni vanno dalla A alla G e si basano sui consumi: a partire dalla classe A che è quella più conveniente si passa, man mano, alle classi energetiche con consumi più severi. L'acquisto di un frigorifero a basso consumo comporta certamente un maggior impegno economico iniziale, ma poi il denaro viene recuperato nel tempo, grazie a bollette più basse.

Collocare il frigorifero in cucina è facile: basta seguire alcune piccole regole. Ad esempio, mai metterlo in corrispondenza di forni o termosifoni: durante il loro funzionamento dovrà consumare di più. E’ bene anche, per lo stesso motivo, non mettere cibi caldi all’interno: aspettare sempre che si raffreddino a temperatura ambiente. Un’altra idea utile, per evitare di dover sbrinare spesso il frigorifero, è quella di comprarlo a sbrinamento automatico: un condotto raccoglie automaticamente l'acqua proveniente dalla sbrinatura e la convoglia in una bacinella posta sopra il compressore, che la fa poi evaporare.

Il frigorifero deve essere pulito spesso, soprattutto il pavimento sottostante, per evitare che la polvere si introduca nei condotti. L’ideale, per evitare odori molto forti, è pulire con acqua e aceto e dedicare almeno un giorno al mese alla pulizia approfondita delle guarnizioni del frigo, affinché sia garantita la tenuta ermetica delle porte.

foto © kitchens.it

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017