Excite

Giardinaggio: il gelsomino e l’arte di amare

Il Giardinaggio è un’arte molto rara quanto preziosa, e la cura e il benessere di una pianta è per chi vi si dedica una grande soddisfazione. Il gelsomino, una pianta dalle molte virtù, è una delle più resistenti e semplici da coltivare. Il gelsomino è originario del Malabar, nelle Indie Orientali, il suo nome deriva dal persiano yasmin a cui è sovrapposto il termine gelso.

Il gelsomino viene portato in Italia nella prima metà del ‘500 dai navigatori spagnoli, ma si crede che aveva già attecchito nel nostro Paese almeno un secolo prima. Nella storia, tra leggenda e realtà, si racconta che Cosimo I de’ Medici, signore di Firenze, amava a tal punto il fiorellino da proibirne la diffusione al di fuori dei suoi giardini privati. Un giovane giardiniere innamorato non resistette alla tentazione di donarlo alla sua amata, e gliene offrì un ramoscello. Proprio da questo il gelsomino si diffuse in tutta Italia.

Oggi il gelsomino è l’emblema dell’amore e della sensualità, e non è raro incontrare case ed edifici ricoperti da questo fiore così profumato e delicato. La coltivazione della pianta è molto semplice, per questo il gelsomino trova nell’arte del Giardinaggio molto favore.

Giardinaggio e gelsomino, le parole più importanti della primavera, e delle regioni Liguria, Calabria e Sicilia, dove la sua coltivazione è molto diffusa per profumi e cosmetici. Inoltre il gelsomino è utilizzato nell’aromaterapia per stimolare la produzione di enkefalina, una sostanza che inibisce il dolore e stimola al benessere e alla felicità.

(Foto © partecipiamo)

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017