Excite

Gli avevano dato 18 mesi di vita. Ecco come ha curato “illegalmente” il suo tumore

  • marijuana
Gli avevano dato 18 mesi di vita, dopo la nefasta diagnosi di un cancro al colon in stato avanzato: la chemioterapia, la radioterapia e un intervento chirurgico non erano serviti a nulla, così i medici avevano annunciato a David Hibbitt la terribile sentenza. Ma il ragazzo inglese non ne ha voluto sapere di arrendersi e così ha iniziato a seguire ogni strada alternativa possibile. Tra queste anche la cura a base di olio di cannabis:

 

Sentivo che la chemio mi stava uccidendo, ormai non avevo più niente da perdere. L’idea di morire senza aver lottato mi faceva impazzire. Si trattava della mia vita, non potevo fermarmi ai dogmi della medicina ufficiale. Questa cura si è dimostrata infinitamente più efficace e meno devastante della chemioterapia. I dolori sono scomparsi del tutto e la qualità della mia vita è ritornata com’era un tempo. Voglio che questa mia testimonianza sia d’esempio a tutte quelle persone che non sanno come agire di fronte a questi problemi”.

 

A distanza di neanche un anno il tumore era completamente scomparso!

 

Questa cura si è dimostrata infinitamente più efficace e meno devastante della chemioterapia. I dolori sono scomparsi del tutto e la qualità della mia vita è ritornata com’era un tempo. Voglio che questa mia testimonianza sia d’esempio a tutte quelle persone che non sanno come agire di fronte a questi problemi”.

 

Vantaggi anche dal punto di vista economico: “Le spese da sostenere per la cura non superavano le 50 sterline al mese, decisamente più basse rispetto a quelle necessarie per la chemioterapia”.

 

 

CONTINUA A LEGGERE

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022