Excite

Italia sotto shock: è tutto confermato, il famoso cantante è stato appena...

Niente sentenza per Biagio Antonacci. In teoria i giudici della terza sezione penale di Milano avevano fissato a oggi l'ultima udienza del procedimento a carico del cantautore, ma in teoria per motivi organizzativi interni al collegio giudicante la sentenza ha subito uno slittamento. Ricordiamo tutti qual’è la storia giudiziaria di Biagio Antonacci: il cantante è finito sul banco degli imputati per una presunta dichiarazione infedele dei redditi realizzata nel quinquennio compreso tra il 2004 e il 2008. Una frode piuttosto articolata, secondo l’accusa: l’avrebbe realizzata "attraverso l'interposizione di tre società", le srl italiane "Iris" e "Basta E. M." e la britannica "Forum Vision Lyd", che avrebbero permesso al cantautore di trasformare i redditi di lavoro autonomo, soggetti all'aliquota progressiva più elevata, in redditi d'impresa, soggetti ad aliquota proporzionale più favorevole. Ben 3,5 milioni: questo sarebbe l’ammontare della frode fiscale contestata al cantautore. Ammonterebbe a 3,5 milioni di euro il valore della frode fiscale contestata al celebre cantautore. La condanna chiesta? Un anno e sei mesi di reclusione, mentre l’avvocato della difesa avrebbe chiesto sentenza di assoluzione perché “il fatto non sussiste”, sottolineando come il cantautore già in passato avesse regolarizzato il proprio contenzioso tributario. Il verdetto è atteso domani, i fan rimarranno col fiato sospeso altre 24 ore. “

CONTINUA A LEGGERE

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017