Excite

Paura per una donna a Siena. Ecco cosa le ha fatto un albanese dopo 10 giorni di "prigionia"1

  • Ragazza
Lei, una ragazza di 27 ani credeva di essere amata dal trentasettenne ed aveva creduto alle sue promesse di averle trovato un lavoro in Italia. Dopo aver corteggiato qualche mese fa la giovane in patria le ha chiesto di raggiungerlo in Italia per iniziare una relazione stabile. La giovane ha chiesto il permesso ai familiari e di aiutarla per le spese per il viaggio. Trovati i soldi per il viaggio, la giovane è partita alla volta dell'Italia dove sapeva di poter contare anche sull’aiuto di sua sorella che vive nel grossetano. Appena arrivata a casa l'uomo l'ha privata dei documenti e ha condotto la ragazza in uno scantinato dove l'ha reclusa: voleva che la giovane diventasse una prostituta. Ma lei non ha ceduto così l'uomo l'ha riempita di botte e le ha detto “Se vuoi vivere devi fare ciò che voglio io, devi fare la prostituta”. Una sera, involontariamente, l'uomo ha perso il cellulare e la ragazza è riuscita a chiamare la sorella e a spiegare quanto stava avvenendo. Avendo compreso la difficile situazione la sorella ha immediatamente contattato i Carabinieri cercando di spiegare l'accaduto. I Carabinieri non riuscivano però a rintracciare la casa del sequestratore almeno fino a quando un uomo di Poggibonsi non ha chiamato la centrale lamentandosi per le urla di donna provenienti da una casa di Staggia. Immediato l'intervento delle forze dell'ordine che hanno assicurato alla giustizia il malvivente e liberato la ragazza. CONTINUA A LEGGERE...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018