Excite

Pavimenti, il cotto ed il suo fascino

Il pavimento in cotto è un materiale molto assorbente poiché sulle sue superfici ci sono numerose microcorposità; posatura e mantenimento di questo tipo di pavimento richiedono delle particolari indicazioni. Per la posatura iniziale, sia che si tratti di mattonelle artigianali, sia che si tratti di pretrattato, occorre una ditta specializzata che se ne occupi.

Successivamente si presente il problema del mantenimento. Se il cotto è artigianale, occorre un prodotto impermeabilizzante che consenta di eliminare la porosità originaria del pavimento- esso è composto, infatti da argilla e acqua, ridotta in stampi- e successivamente la cera per lucidare. Per il cotto pretrattato, che è stato già impermeabilizzato in fase di costruzione, occorre solo la cera lucidante.

La pulizia quotidiana del cotto è molto delicata: potrebbe capitarvi, le prime volte, di trovare delle macchie opache. Ciò è dovuto al fatto che sono rimasti residui di detersivo che bisogna eliminare. Mai usare alcool o ammoniaca, neanche su piccole zone; esistono prodotti specifici e bisogna usare solo quelli.

Le macchie sono le peggiori nemiche del cotto. Basta che una macchia di olio o di grasso penetri nella piastrella per danneggiarla. Quindi, rimuoverla subito, con carta assorbente e ripassare la cera se rimuovete anche lo strato protettivo. Quando lo strato di cera si usura, è necessario posarla di nuovo. Essa è l’unico elemento che consente di proteggere il pavimento in cotto.

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017