Excite

Piastrelle cucina: ceramica e pietra naturale

Superfici pratiche da pulire e resistenti nel tempo: una premessa che appartiene di diritto ai rivestimenti in ceramica, in assoluto i più indicati per il pavimento della cucina. Una scelta che, oltre a garantire una buona tenuta nel tempo, si contrassegna anche per versatilità, come emerge dalle proposte formulate da Lea Ceramiche.

Le sue collezioni Storm e Bioessenze sono progettate per ricreare le suggestioni della pietra e del legno grazie alla predilezione per i colori naturali e sfumate, mentre il calore del cotto si rende protagonista, insiema alla resistenza del gres, delle proposte Torri Normanne e Sunstone. Se l'ambiente cucina privilegia invece un look più contemporaneo, il rivestimento più indicato sono invece le collezioni in gres porcellanato Studies e Streets, caratterizzate da colori neutri e superfici luminose.

Per chi desidera valorizzare l'arredo del bagno o della cucina con la bellezza policroma del mosaico, Lea Ceramiche propone invece la collezione Tesserae, interamente prodotta in marmo e travertino. Oltre alla grande nobilità estetica della pietra naturale, sua caratterizzata principale è lo spessore ridotto, pensato per facilitare la progettazione e la posa in opera senza bisogno di ricorrere alla rimozione del rivestimento precedente.

Proposte in colorazioni come avorio, bruno, corallo, crema e grigio, le piastrelle della collezione Tesserae presentano uno spessore ridotto a soli quattro millimetri, beneficiando della ricerca svolta da Lea Ceramiche in questo ambito, alla base anche della collezione Lea Slimtech, dove i millimetri sono tre contro i tradizionali undici.

foto © Lea Ceramiche

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017