Excite

Specchio bagno: integrato o protagonista

  • Foto:
  • Duravit.it

Il vero tocco vincente per lo specchio del bagno? Quello capace di integrarsi alla perfezione nell'ambiente e concepito fin da subito, dunque, come parte integrante di una collezione organica, nella prospettiva di non perdere nel tempo il suo appeal estetico. Prendiamo ad esempio la linea Ketho di Duravit, il cui designer Christian Werner ha dichiarato: "Il bagno deve durare più a lungo della cucina e di qualsiasi divano o tavolo da pranzo".

La galassia Ketho, unificata dal design ergonomico delle maniglie, si compone di mensole, pratiche colonne e basi di grande capienza, lavabi consolle e basi con consolle integrata: da abbinare a una serie di specchi e armadietti a specchio - dotati di ripiani in vetro regolabili in altezza - completi di illuminazione e ideali anche per essere installati anche vicino a vasche e piatti doccia, risparmiando così spazio utile.

Se lo specchio intende distinguersi con una personalità propria e dal tocco leggermente insolito, un suggerimento interessante viene dalla serie di specchi della collezione Déjà-vu di Magis, frutto della collaborazione con il designer Naoto Fukasawa: presenza elegante anche nella zona living, la serie si articola in versioni da parete e da terra di forma quadrata o rettangolare e ricorda vagamente un vassoio, grazie alla presenza di una cornice a rilievo in estruso di alluminio con bordi stondati.

Particolare anche lo specchio contenitore disegnato da Hiroshi Kawano per la collezione di arredo bagno Bon Bon di Ex-t: realizzata in metallo verniciato e legno nella parte interna con anta a specchio, si ispira alla tipica forma delle caramelle.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017