Excite

Stufe a pellet, cenni sul funzionamento

Le stufe a pellets sono nate in Canada ma si stanno diffondendo molto in Europa, anche in Italia, dove, fino ad oggi, si conta che siano state installate circa quattrocentomila impianti. Gli italiani le scelgono molto perché presentano diversi vantaggi, tra cui il principale, ossia quello di usare il pellets, un combustibile innovativo che ha un alto rendimento e un costo molto basso.

Le stufe a pellets sono anche amiche dell’ambiente: le emissioni di Co2 sono nulle come i residui di combustione. Queste stufe utilizzano un circuito elettronico che permette il mantenimento e la regolazione della temperatura attraverso normali termostati o cronotermostati: c’è anche la possibilità di trovare stufe a pellets comandate a distanza, con un sistema domotico.

La quantità di aria calda in uscita viene regolata automaticamente attraverso delle tecnologie dedicate. Se dovesse mancare la corrente elettrica, la stufa si ferma e riparte all’arrivo di essa. La potenza di riscaldamento va dai 70 a 200 mq: per ambienti più grandi c’è bisogno di stufe a pellets specifiche.

foto © web.altroverso.com

living.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017