Excite

Stufe: tutta la praticità del pellet

Una bella stufa scoppiettante davanti a cui scaldarsi le ossia con un bel libro tra le mani, distraendosi di tanto in tanto per alimentare il fuoco con un ciocco di legno. Un’immagine tipica che nel corso degli ultimi anni ha tuttavia subito un profonda riedizione soprattutto per effetto della larga diffusione delle stufe a pellet. Un aggiornamento che ha introdotto anche la possibilità di gestire a distanza, tramite dispositivi collegati in remoto come il telefonino, le modalità di riscaldamento dell’ambiente assecondando le nostre esigenze quotidiane.

Rispetto alle più tradizionali stufe a legna, di cui potenziano la vocazione ecologica con il pregio di utilizzare esclusivamente materiali di recupero abbattendo le emissioni di ossido di carbonio, presentano diversi elementi di diversità, tra cui l’utilizzo di canne fumarie di dimensioni generalmente più ridotte. Le stufe a pellet lavorano a tiraggio forzato e grazie alla chiusura termica del focolare e alla presenza di ventilatori sono in grado di azzerare le fuoriuscite di fumo e rendere più agevole la pulizia.

Le varietà presenti sul mercato possono essere in maiolica, ceramica o ghisa. In molti casi presentano livelli elevati di design e sono in grado di combinare i vantaggi del pellet, soprattutto in termini di modalità di caricamento, e di gestione del calore grazie a scambiatori interni che potenziano l’effetto convezione.

Last but not least, la maggiore maneggevolezza dei sacchi di pellet rispetto ai tradizionali ceppi di legname può rappresentare un vantaggio non trascurabile anche rispetto alla regolazione manuale delle stufe a legna standard che può risultare piuttosto impegnativa.

(foto © Piazzetta)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017