Excite

Svelato il mistero del Terzo Segreto di Fatima, la profezia sta per avverarsi

  • papa
Ricordate il terzo segreto di Fatima? Quello secondo il quale un vescovo vestito di bianco viene “ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce”. Questa è una delle profezie la veggente Suor Lucia Dos Santos, che sono tornate di attualità - con riferimento all’attuale Papa Francesco - per la riapertura del caso in merito alle presunte apparizioni mariane che avrebbe ricevuto a Roma Bruno Cornacchiola, precisamente dal 1947 fino alla sua morte avvenuta nel 2001.

 

Tra queste la seguente: “Sogni, sempre sogni, è un periodo di tempo che non faccio altro che sognare il Papa che fugge: non Paolo VI, ma un altro. Lo aiuto e il mondo salta in aria; sangue, molto sangue, che sembra melma e molti restano presi come se fosse pece, restano attaccati. Molti sacerdoti e suore in piazza San Pietro squartati”. E ancora: “Il Papa, colpito gravemente, cade. Subito, coloro che stanno insieme con lui corrono ad aiutarlo e lo rialzano. Il Papa è colpito la seconda volta, cade di nuovo e muore. Un grido di vittoria e di gioia risuona tra i nemici; sulle loro navi si scorge un indicibile tripudio. Senonché, appena morto il Pontefice, un altro Papa sottentra al suo posto. I piloti radunati lo hanno eletto così subitamente, che la notizia della morte del Papa giunge colla notizia dell’elezione del successore. Gli avversari incominciano a perdersi di coraggio”.

 

Cornacchiola parò anche dopo l’attentato a Giovanni Paolo II: “Non vorrei essere preso per iettatore, né per indovino, ma questa notte di nuovo sogno: mi trovo a San Pietro proprio davanti alla Basilica, si attendeva il Papa, la gente attorno gridava: ‘Eccolo, eccolo!’. Mi presento davanti a lui, la scorta mi allontana, un grido, il Papa è a terra intriso di sangue, non mi fanno avvicinare, piango, mi sveglio e prego molto per lui”.

 

In molti, dopo il Giubileo, hanno ritenuto di associare il segreto all’attentato a Wojtyla, anche Benedetto XVI nel 2010 ha detto: “Si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa. Oltre questa grande visione della sofferenza del Papa, che possiamo in prima istanza riferire a Giovanni Paolo II, sono indicate realtà del futuro della Chiesa che man mano si sviluppano e si mostrano”.

CONTINUA A LEGGERE

 

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019