Excite

Tumori di bocca e gola: ecco i segnali da non sottovalutare

Ecco le motivazioni per cui non bisogna sottovalutare il tumore alla gola, ecco l'allarme lanciato da Lisa Licitra: “Il problema è che di questi tumori (che interessano soprattutto cavità orale, faringe e laringe) si parla poco, ma sono in aumento, soprattutto fra le donne E poiché si conoscono poco ancora troppo spesso si arriva alla diagnosi in ritardo: il 60 per cento delle persone con un tumore della testa e del collo scopre la malattia quando è ormai localmente avanzata (e di questi il 60 per cento morirà per la malattia entro cinque anni). Mentre per i pazienti diagnosticati nelle prime fasi della malattia il tasso di sopravvivenza è dell’80-90 per cento". La responsabile dell’Oncologia medica Tumori Testa e Collo all’Istituto tumori di Milano sottolinea anche i segnali da non sottovalutare, se presenti da tre settimane o più, sono questi: male alla gola, raucedine persistente, bruciore alla lingua, deglutizione faticosa o dolorosa, ulcere o placche rosse o bianche in bocca, noduli al collo, naso chiuso da un lato o sanguinamento nasale. In questo caso è importante consultare il medico, anche perché è molto importante arrivare in tempo: prima di tutto può salvarci la vita perché le possibilità che i trattamenti siano efficaci sono maggiori; in secondo luogo, andare subito da un medico che scopra il tumore ai primi stadi permetterà di ricevere cure meno invasive, che lascino meno segni, sia estetici che per la qualità di vita. Non solo i sintomi, anche la prevenzione conta: i fattori di rischio principale per questo tipo di tumori sono il fumo, l’alcol e l’HPV.

CONTINUA A LEGGERE

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022